Stavolta non si scherza

Stavolta non si scherza

7 Ottobre 2019 Elezioni Svizzera Ticino Tutti gli articoli 0

La sovranità, l’indipendenza e l’autodeterminazione del nostro Paese sono a rischio dopo 728 anni!

UDC | Edizione straordinaria, settembre 2019

La sinistra vuole un seggio in più al Consiglio nazionale e magari anche agli Stati. Il centro (che ha tutta l’aria di un centro-sinistra) PPD-PLR ha fatto la congiunzione per mantenere i 4 seggi al Nazionale e i due agli Stati: la conseguenza potrebbe essere la perdita di un seggio della destra al Consiglio nazionale.

Una “svolta” rosso-verde è quanto di più deprecabile possa esserci per la rappresentanza ticinese alle Camere federali. L’UDF svizzera, il partito di cui presiedo la sezione ticinese, tenterà di accedere nuovamente al Consiglio nazionale specialmente nei due cantoni in cui siamo più forti: BE e ZH. Ma anche in Ticino, ci saremo con la lista UDC-UDF!

La prossima legislatura sarà decisiva per i rapporti Svizzera-UE: votazione sulla libera circolazione, accordo quadro istituzionale, equivalenza della borsa, ristorni dei frontalieri ecc. La sovranità, l’indipendenza e l’autodeterminazione del nostro Paese sono a rischio dopo 728 anni! E poi ci sono, comunque, altre questioni importanti di cui dovranno occuparsi le Camere federali: l’iniziativa antiburqa federale, l’isteria climatica (siamo consapevoli che c’è un problema, ma non è con tasse e proibizioni improvvisate che lo risolveremo), il finanziamento delle pensioni, l’aiuto alle famiglie per favorire l’incremento del tasso di natalità che è a livelli preoccupanti, la discussione sul riuscito referendum dell’UDF contro la modifica del codice penale che vorrebbe estendere la norma contro il razzismo includendovi anche il concetto di «orientamento sessuale» ecc.

Vogliamo lasciare al centro-sinistra e alla sinistra le decisioni su tutte queste importanti battaglie? Se la vostra risposta, come la mia, è un no secco, allora facciamo tutto quello che è in nostro potere per salvare i 3 seggi UDC-Lega in Consiglio nazionale e per sostituire con un candidato di destra almeno uno dei due Consiglieri agli Stati. E cosa possiamo fare come singoli cittadini? Convinciamo i nostri parenti, amici, vicini di casa a votare la lista UDC-UDF o una delle altre congiunte: UDC, UDC-Giovani, UDC-Agrari!

Edo Pellegrini

Presidente UDF Ticino, Deputato in Gran Consiglio